Biografia

Massimo de Rigo nasce a Milano il 10 Giugno 1949, da papà Theodoro di origini austriache e la dolce mamma Luciana Monetti, bresciana di nascita ma milanese dei Navigli per sempre.

Apprende la bellezza dell’arte dallo zio Carlo, docente di Brera, ma determinante è l’attenta guida del padre e maestro, pittore impressionista, caricaturista e scrittore. Un’inclinazione ampliata a Brera e alla Scuola superiore d’Arte del Castello Sforzesco, declinatasi nel tempo con lo studio dell’immagine e la pratica della grafica pubblicitaria nella sua lunga carriera lavorativa, dagli esordi bohemiém alla prima stazione pioneristica di computer grafica milanese all’Editoriale Domus.

Massimo e papà Theo. Le indimenticabili 'cavalcate dell'Arte'

Ma chi è veramente Massimo de Rigo?

Un uomo legato ai valori della famiglia, in sintonia con la compagna di una vita: Loredana, estimatrice di arte.

Un uomo di grandi passioni. Un amante delle radici e del territorio dove è nato ed è cresciuto, e che ha visto mutare troppe volte nel tempo, non sempre nel rispetto della loro identità. Un difensore, per questo, ed un volontario.

Un uomo di idee, co-fondatore di numerose associazioni e iniziative culturali in quartiere, ma anche il designer del simbolo del Municipio 7 di Milano.

Philippe Daverio e Massimo de Rigo alla presentazione del saggio ‘Milano Expo per Petrarca’

Un ricercatore e uno studioso delle origini, in particolare dell’esegesi storica e dell’arte medievale.

Un cultore dell’immensa figura di Francesco Petrarca e studioso dei Pellegrinaggi medievali che lo ha portato ad ideare e coordinare diversi convegni e giornate di studio dedicate, e a realizzare  pubblicazioni e mostre che sono state riconosciute dai più importanti centri culturali di Milano.

Assieme a Ulrico Hoepli e GianMario Maggi
Ulrico Hoepli e Massimo de Rigo assieme a GianMario Maggi nella sala consiliare del Touring Club

Un uomo di grandi passioni, dunque. Ma pur sempre un uomo, che ancora oggi necessita di mettersi in gioco, completando lo studio Arti visive: pittura figurativa e pittura materica alternativa; ritratto e figura dal vivo; disegni e pastelli; arte sacra; tecnica dell’affresco e del graffito.

La sua aspirazione, a coronamento di un lungo percorso artistico, è comunicare quel “dono di vedere” che solo papà Theo, fino ad oggi, era riuscito a trasmettergli.

Chiara de Rigo

Massimo de Rigo Live Painting alla Triennale di Milano (2018)

Massimo de Rigo Live Painting alla Triennale di Milano (2018)

Riconoscimenti

1998 – Auser Milano – premio speciale alla carriera per l’opera pittorica
2002 – Comune di Milano – primo premio nel concorso per lo Stemma della Zona 7
2010 – Comune di Cerete (BG) – primo premio nel Memoriale artistico Lorenzo Stoffler.

Mostre ed esposizioni

2011 – Mostra personale di Grafica e Pittura nella Cappella Marinoni di Cerete (BG)
2011/12 – Esposizione collettiva di Pittura alla Scuola superiore d’Arte del Castello Sforzesco di Milano
2011/17 – Esposizione collettiva di Figura alla Scuola superiore d’Arte del Castello Sforzesco di Milano
2013/17 – Esposizione collettiva di Affresco e Graffito alla Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano
2013/15 – Esposizione personale e Live Painting alla Festa degli antichi Cortili di Cerete (BG)
2015 – Esposizione personale alla Sagra di Parre (BG)
2016 – Mostra personale di  Pittura, Icone e Figura nella Cappella Marinoni di Cerete (BG)
2017 – Live Painting di arte materica alla Scuola superiore d’Arte del Castello Sforzesco di Milano
2018 – Live Painting di arte materica alla Triennale di Milano (nell’ambito di un Trompe-l’œil del laboratorio di Affresco della Scuola d’Arte del Castello Sforzesco)

I commenti sono chiusi.